NEWS

6 July 2021

Peperoni e pomodori d’importazione, listini vivaci

Buona richiesta e prezzi sostenuti per i peperoni e pomodori a grappolo d’importazione, listini nella media per gli altri “ortaggi rossi”, mentre le ciliegie veronesi, nonostante gli esigui volumi, “scontano” la concorrenza del prodotto della Puglia, i cui volumi rilevanti frenano i prezzi sul mercato: questa l’analisi di Stefano Pezzo, presidente di Fruitimprese Veneto, titolare di Cherry Passion e contitolare di Bragantini Marco e figli Srl. “Come previsto la disponibilità di ciliegie nelle nostre zone è inferiore del 50% circa rispetto a una stagione normale a causa delle gelate primaverili ma i listini non sono consoni a causa dell’abbondante offerta degli areali pugliesi, stimabile in un 20% in più di un’annata media”, sottolinea Pezzo.

 

 

“Da maggio Cherry Passion sta importando, come sempre, volumi significativi di peperoni e pomodori da Paesi Bassi e Belgio; le due referenze colmano il gap produttivo italiano. Registriamo quotazioni particolarmente robuste per il California Wonder, molto apprezzato nonostante la concorrenza spagnola ancora presente e malgrado stia aumentando la disponibilità di peperone del nord Italia”.

 

 

Per i pomodori, aggiunge Pezzo, continua a essere sostenuta la domanda della varietà a grappolo da serra idroponica proveniente dai due Paesi nord europei, che Cherry Passion commercializza insieme a Cuore di Bue, San Marzano, Ciliegino, Datterino, sempre in idroponica; la campagna proseguirà sino a novembre, i prezzi sono definiti nella media. “Sta iniziando la stagione delle insalate iceberg olandesi, anche in questo caso la domanda è buona e i prezzi soddisfacenti”, aggiunge Pezzo. Per le mele invece, archiviata la stagione, se ne riparlerà a inizio agosto, con la raccolta delle prima Gala veronesi che ad oggi non mostrano problemi particolari nella fase di sviluppo.

 

Italiafruit News